Menu di navigazione

 
Luce soave

Come argentea luna
discesa per grazia in terra,
il caro e dolce disco diffonde
luce soave.
Madona, tu doni la pace
nel cuore del pellegrino
nella diafana luce ,
tra le tremule foglie d’acero.
Tra rumori di un tempo inquieto
tu sussurri: bene averastu.
Bene Madona, sei cara,
più dolce del sorriso
d’un bimbo or che
ci appari ogni sera
quando il sole tramonta
sul Sacro Monte di S. Perpetua.


di Ezio Maifrè

Ritorna alla pagina precedente
Abriga.it nasce come portale della cultura, delle tradizioni, delle bellezze paesaggistiche del territorio di Aprica.
Nelle pagine si potrà trovare tutto ciò che ha attinenza con la nostra storia, ma anche con l'attualità.
Pagina creata in: 0.003 sec
Tutto il materiale in questo sito è © 2004-2024 di Abriga.it C.F. 92022100140 Informativa legale

All rights reserved
ERRORE: Non riesco a connttermi a MySQL! Controllare config.php .