Menu di navigazione

 
Al museo con audioguida anche in Valtellina

La visita a palazzo Besta sempre più in linea con i tempi e sull’esempio dei monumenti inseriti nel circuito museale nazionale. Dopo la visita virtuale del gioiello architettonico tellino possibile sul sito internet del Comune e su quello della Soprintendenza per i Beni Architettonici e il Paesaggio, arriva ora una novità ad opera di 22 studenti di diverse scuole della provincia: un’audioguida con 26 tracce che raccontano sull’Ariosto a palazzo Besta e negli edifici gemelli (Castel Masegra a Sondrio e Casa Valenti a Talamona), un’audiovideoguida, un volantino per bambini e una guida cartacea. Materiali che la Soprintendenza meneghina sta ora visionando.

Nell’ambito dell’iniziativa “Learning Week”, promossa dalla Regione Lombardia per il 2010, ventidue studenti valtellinesi si sono ritrovati il giugno scorso al centro di Formazione Professionale Vallesana di Sondalo, per un approfondimento del tema “L’immaginario ariostesco negli affreschi valtellinesi”, con particolare riferimento al Salone d’Onore del Palazzo Besta di Teglio. L’attività è stata realizzata dall’Azienda Speciale della Provincia di Sondrio, in collaborazione con il Liceo Scientifico Donegani e l’Associazione culturale Bradamante. Gli studenti  provenivano da alcuni istituti superiori della provincia, e non solo: Liceo Scientifico “C. Donegani” di Sondrio, Liceo Artistico “G. Ferrari” di Morbegno, Liceo della Comunicazione “Pio XII” di Sondrio, Liceo Scientifico “G.W. Leibniz” di Bormio, Liceo Scientifico “B. Pinchetti” di Tirano, Istituto Tecnico “Marco Polo” di Colico, Liceo Socio-psicopedagogico “A. Cairoli” di Pavia.

I ragazzi sono stati seguiti nell’attività da un gruppo di docenti di diverse discipline;  ha coordinato la dottoressa Federica Caneparo dell’Università di Pisa, studiosa degli affreschi valtellinesi a tema ariostesco.

Obiettivo del percorso Learning week  - che si è svolto in forma residenziale, una vera e propria full immersion nell’immaginario ariostesco - quello di sviluppare con un progetto di carattere pluridisciplinare  la sensibilità e la conoscenza dei beni culturali presenti sul territorio. Idea guida, impostare una ricerca passibile di ulteriori ramificazioni e sviluppi, da proseguire  eventualmente in collaborazione con enti e associazioni locali. Un modo per rinnovare il ruolo della cultura, visto come "attivatore sociale", in grado di promuovere, in un progetto condiviso, senso di identità e imprenditorialità.

Il ricorso ad uno strumento come quello predisposto dalla regione Lombardia, che offre la possibilità  di collocare lo stage in calendario extrascolastico, si è rivelato vincente, perché ha consentito l’accesso a studenti interessati di varia provenienza. Nell’ambito di questa esperienza residenziale, tutti gli attori del corso – studenti e docenti-  hanno composto un unico gruppo di lavoro, il che ha consentito di conoscersi, di socializzare e di condividere competenze diverse, confrontandosi nella ricerca di soluzioni efficaci. La prospettiva pluridisciplinare ha favorito l’integrazione di conoscenze in ambito storico, filosofico, artistico, letterario con competenze comunicative, metodologiche, linguistiche;  importanti l’acquisizione di elementi di base relativi alla semiotica dell’immagine, alla dizione, alla traduzione.

La creatività e l’entusiasmo dei partecipanti, stimolati anche dall’ambiente gradevole e dalla frizzante aria della pineta sondalina, hanno permesso di ottenere risultati concreti ben oltre le attese.

 
Frutto della “Learning week” sarebbe dovuto essere, nel progetto originario, un’audioguida destinata a presentare il salone d’onore del palazzo Besta di Teglio. In realtà, poi, si sono affiancate altre idee, meritevoli di essere sviluppate. Questi i materiali prodotti che sono state realizzati e che possono sicuramente contribuire alla valorizzazione e alla promozione delle opere valtellinesi

Audioguida

Consta di 26  tracce audio che commentano 13 scene del salone d’onore di palazzo Besta e propongono alcuni approfondimenti su Casa Valenti a Talamona, Castel Masegra a Sondrio, Ludovico Ariosto ed Erasmo da Rotterdam, di cui sono presentati alcuni degli “Adagia” abbinati alle immagini.

Video-audioguida

Una presentazione in power point, corredata di immagini, in cui è proposto il contenuto dell’audioguida, che può essere  lasciata a disposizione dei visitatori 

Volantino per bambini

Una proposta divertente per i visitatori più giovani, in pratica una specie di brochure adatta ai più piccoli che potranno con semplicità capire la storia e le bellezze delle sale che stanno visitando.

Guida cartacea

Raccoglie il contenuto dell’audioguida.

I promotori della bella iniziativa presenteranno il loro prodotto alla Soprintendenza che cura palazzo Besta per consentire la diffusione degli strumenti innovativi di conoscenza.  



di Clara Castoldi

Ritorna alla pagina precedente
Abriga.it nasce come portale della cultura, delle tradizioni, delle bellezze paesaggistiche del territorio di Aprica.
Nelle pagine si potrà trovare tutto ciò che ha attinenza con la nostra storia, ma anche con l'attualità.
Pagina creata in: 0.003 sec
Tutto il materiale in questo sito è © 2004-2020 di Abriga.it C.F. 92022100140 Informativa legale

All rights reserved